Teremotu. 11 aprile 2003

di Gianni Bobbio

Na giornò gme taunte otre

a matein ‘d l’őinze ‘d avrì

l’ea őinz ue e ventisei

e u dì da zmauna venerdì.

In buatu a l’impruvisu

tüta a tera ca tremova

calsinasi e tegule i cazaiva

da e cà e dai müri chi scrulova.

Curnizouni distachè

de ‘d fő a giainte ca criova

i curiva via da ‘n cà

piè da e panicu i scapova.

Mame ‘d cursa disperè

i curiva versu a scőa

in tauntu i maistri ‘ncu criteriu

aun fatu i fiői surtì de ‘d főa.

L’è na brüta sensasioun

cl’è teribile pruvola

ma per quei ca g’è tucò

l’è dificile scurdola.

Torna a biografia G. Bobbio

Torna alla HOME

Riccardo Lera

"Io nella vita ho fatto tutto, o meglio un poco di tutto" (Uomo e galantuomo di Eduardo De Filippo) Pediatra, scrittore per diletto, dal 2002 al 2012 assessore alla cultura di Serravalle Scrivia; ex scadente giocatore, poi allenatore e ora presidente del Basket Club Serravalle.

Un pensiero su “Teremotu. 11 aprile 2003

I commenti sono chiusi.