GUARESCHI, Icilio

Accademico

Icilio Guareschi (San Secondo Parmense, 24 dicembre 1847 / Torino, 20 giugno 1817).

Icilio (nato a San Secondo Parmense il 24 dicembre 1847 e morto a Torino il 20 giugno 1817), chimico universitario a Siena e poi a Torino, è sicuramente uno dei padri fondatori della storia della chimica in Italia. La sua importanza in questo nostro contesto è dovuta al fatto che, in seconde nozze, diventa padre di Giacinto Guareschi.

Icinio, ex volontario nella Terza Guerra di Indipendenza, scienziato di livello europeo, intellettuale laico rigoroso e di immensa cultura, il carattere estremamente severo e l’isolamento dai centri di potere accademico gli impediscono di costituire una scuola che radicasse in Torino gli interessi di ricerca che avevano animato la sua opera poderosa. È membro delle principali istituzioni scientifiche della città: dall’Accademia delle scienze all’Accademia di Medicina, all’Accademia di Agricoltura; è però nell’Associazione di Chimica Industriale che può partecipare più direttamente alla costruzione di quei rapporti fra scienza e industria così indispensabili allo sviluppo del paese.

Torna alla HOME

Riccardo Lera

"Io nella vita ho fatto tutto, o meglio un poco di tutto" (Uomo e galantuomo di Eduardo De Filippo) Pediatra, scrittore per diletto, dal 2002 al 2012 assessore alla cultura di Serravalle Scrivia; ex scadente giocatore, poi allenatore e ora presidente del Basket Club Serravalle.