Un aeroplano dall’Argentina

SERRAVALLE SCRIVIA
I nostri concittadini Americani. — A Buenos-Ayres i nostri concittadini si sono riuniti per offrire un aereoplano alla Flotta Aerea Italiana. L’aereoplano si chiamerà Serravalle Scrivia. La somma necessaria all’ acquisto dell’ apparecchio, verrà consegnata al ministro d’Italia all’ Argentina il quale la rimetterà al ministro della guerra on. Spingardi. II nome dei sottoscrittori sarà inscritto in un album che verrà depositato negli archivi dello stato.
Il consiglio direttivo del comitato è composto come segue :
Presidente: Alessandro Bobbio, vice-presidente Emilio F. Ferrari, segretario: Angelo
Ferrari, vice-segretario: Antonio : Antonio Milano, tesoriere.- Francesco Natino, consiglieri:
Mario G. Reghitto, Ernesto Natino, Enrico
Bisio, Tommaso Bisio, Antonio Ferrari,
Gaetano Cernusclii, Lodovico Venini, Bartolomeo Rizzo, Cesare Lagazzo, Giovanni Colombo.
Noi facciamo plauso al patriottismo dei nostri concittadini americani.

Il Popolo, 4 agosto 1912
Torna alla HOME

Riccardo Lera

"Io nella vita ho fatto tutto, o meglio un poco di tutto" (Uomo e galantuomo di Eduardo De Filippo) Pediatra, scrittore per diletto, dal 2002 al 2012 assessore alla cultura di Serravalle Scrivia; ex scadente giocatore, poi allenatore e ora presidente del Basket Club Serravalle.

Un pensiero su “Un aeroplano dall’Argentina

I commenti sono chiusi.