Aeroplano Serravalle Scrivia

DA “LA BUONA PAROLA” – n° 6 del 1 giugno 1913
(Ritagliamo dalla Patria degli Italiani del 18 aprile p.p.)


Ieri alla ore 3 del pomeriggio i signori Alessandro Bobbio ed Emilio F. Ferrari presidente e vicepresidente, rispettivamente del benemerito Comitato “pro aeroplano – Serravalle Scrivia”, furono ricevuti in udienza dal Ministro d’Italia Comm. Vittore Cobianchi, cui fecero consegna, acciocchè la trasmetta in Patria, della cospicua somma di 20 mila lire, raccolte tra i Serravallesi di Buenos Ayres, che si quotarono entusiasticamente, con slancio più unico che raro, onde offrire all’Esercito d’Italia un aeroplano dal nome della loro bella cittadina.
Consegnarono al Ministro uno splendido album contenente le firme degli oblatori, i quali ammontano a parecchie centinaia. La cerimonio fu semplice e cordiale.
Il signor Bobbio pose nelle mani del Ministro il prodotto della sottoscrizione pronunciando le seguenti parole: “Eccellenza! Nel mio carattere di Presidente del Comitato ‘pro aeroplano – Serravalle Scrivia’ ho l’alto onore di porre nelle mani della Eccellenza Vostra la somma di L. 20.000 prodotto di una sottoscrizione dal Comitato suddetto promosso tra i Serravallesi e gli italiani in generale allo scopo di dare all’Esercito d’Italia, per la Flotta Aerea Nazionale, un aeroplano dal nome appunto del Paese, cui appartengono i membri del Comitato e gran parte degli offerenti. Colgo l’occasione per riaffermare, a nome mio, dei miei colleghi e dei sottoscrittori, gli alti sentimenti di affetto per la Patria e di devozione per l’Eccellenza Vostra”.
Il Comm. Cobianchi ebbe parole di vivo encomio per gli offerenti e per il solerte Comitato, che ha dimostrato ancora una volta come il patriottismo degli italiani sappia estrinsecarsi in opere altamente pratiche e degne.
L’album, ripetiamo, è ricchissimo, e rimarrà a rendere testimonianza in Italia delle fiamme d’amor patrio divampanti nei cuori di tutti i connazionali qui residenti.


DA “LA BUONA PAROLA” – luglio 1913
Ferve l’opera di preparazione per il grnade avvenimento cittadino, il completo allestimento dell’aeroplano “Serravalle Scrivia
La colonio di Buenos Ayres ha dato incarico di promuovere la sottoscrizione per la Bandierina all’egregia Signora Amalia Montaldo. E questa obbedendo all’innato senso di patriottismo che la distingue, è ben lieta di annunciare che la bandire e il cofanetto sono stati già ordinati a Genova, e che il lavoro sarà eseguto da abili e intelligenti operaie sotto la direzione della gentile signorina Gigia Giavotto.
Urge pertanto che si inizi la sottoscrizione, a cui tutte le borse potranno prender parte, giacchè tanto le tenui come le vistose contribuzioni saranno ugualmente gradite. A raccogliere le offerte gentilmente si presta il sig. Cav. Lorenzo Giacoboni nonché la Direzione della nostra Buona Parola. Questa di volta in volta pubblicherà i nomi degli oblatori, che le saranno comunicati.
Pubblichiamo intanto che la sottoscrizione è iniziata con le seguenti oblazioni:
Fratelli e sorelle Giavotto L.25 – Sig.ra Amalia Montaldo L. 10 – Sig.na Carolina Penco-Montaldo L. 10 – Sig. Arciprete L. 3 – Sig.na Clotilde Pernigotti L. 10.

Un aeroplano dall’Argentina

Torna alla HOME