POZZO, Cesare

Ferroviere, sindacalista, (Serravalle 1 gennaio 1853 – Udine 5 maggio 1898).

Cesare Pozzo

Figlio di un guardavia della strada ferrata, lascia la famiglia a 16 anni per trasferirsi a Genova in cerca di lavoro. A 23 anni è assunto dalle Strade Ferrate Alta Italia, come macchinista ferroviere. Fervente Mazziniano, è tra i pionieri del mutualismo e del sindacalismo italiano e tra i fondatori, nel 1887, a Milano, della Società di Mutuo Soccorso Macchinisti e Fuochisti dell’Alta Italia, di cui diventa anche presidente. Pozzo collabora anche alla nascita della Lega Ferrovieri Italiani, compagine sindacale di cui è a lungo stimato dirigente. Determinazione, capacità e dirittura morale contraddistinguono il suo impegno nella lotta a favore dei diritti dei colleghi-lavoratori. Per la sua attività sindacale è più volte punito dall’azienda e costretto a continui trasferimenti. Perseguitato dalla polizia del Regno muore tragicamente ad Udine il 5 maggio 1898, gettandosi sotto un treno, mentre la violenta repressione operata dall’esercito porta l’occupazione militare di Milano e la Casa del Ferroviere scioglie tutti gli organismi democratici.

A Serravalle, la strada che collega Via Molino alla Stazione porta il suo nome.

Torna alla HOME

Riccardo Lera

"Io nella vita ho fatto tutto, o meglio un poco di tutto" (Uomo e galantuomo di Eduardo De Filippo) Pediatra, scrittore per diletto, dal 2002 al 2012 assessore alla cultura di Serravalle Scrivia; ex scadente giocatore, poi allenatore e ora presidente del Basket Club Serravalle.