BAILO, Luigi il ciclista

Ciclista – (Serravalle Scrivia, 16 settembre 1889 – Genova, 1 aprile 1972).

Sposato con una sorella di Costante Girardengo è il padre di Osvaldo Bailo. Esordisce nel 1909 come indipendente giungendo trentasettesimo alla Milano Sanremo. Sempre nel 1909 è secondo nel Campionato Italiano dilettanti.

L’anno successivo, sempre come indipendente arriva terzo al Giro di Lombardia. Corre quindi per la Fiat nel 1911 e per la Maino nel 1912 (insieme al Gira).

La squadra della Fiat del 1911 nelle cui fila corrono Angelo Gremo, Lucien Mazan detto “Le Petit Breton”, Michele Robotti di Alessandria e Luigi Bailo.

In quegli anni vince tra i professionisti tre corse, fra cui il G. P. Peugeot. Nuovamente senza squadra si ritira a 24 anni nel 1913.

A Serravalle si disputa la Corsa Raggio di 240 chilometri, come viene documentato da Il Popolo. Bailo la vince, davanti a due concittadini, Luigi Massa e Vincenzo Rolandino, tutti e tre del Circolo parrocchiale Santo Stefano. Bailo si aggiudica oltre alla Coppa Raggio, la Coppa del Municipio e un orologio d’oro offerto dal Console del Perù, villeggianti a Serravalle!

La Corsa Raggio nell’articolo del Popolo Derthonino del 16 ottobre 1910

Bailo ha un ruolo importante nella scoperta del giovane Girardengo, con il quale spesso si allenava, intuendone subito le indubbie qualità.

Muore a Genova il primo aprile del 1972.

Torna alla HOME

Riccardo Lera

"Io nella vita ho fatto tutto, o meglio un poco di tutto" (Uomo e galantuomo di Eduardo De Filippo) Pediatra, scrittore per diletto, dal 2002 al 2012 assessore alla cultura di Serravalle Scrivia; ex scadente giocatore, poi allenatore e ora presidente del Basket Club Serravalle.