Cambiamenti (Chi continua?)

Il nostro paese cambia aspetto continuamente, giorno dopo giorno e magari, noi che ci abitiamo, non ce ne rendiamo nemmeno conto. Rammentiamo un luogo per come siamo abituati a vederlo ma non sapremmo dire con precisione com’era l’anno scorso, nè com’era dieci anni fa, nè, naturalmente, come era in un tempo più remoto. Vi è mai capitato di dire: “Quant’era bello il Centro Storico ai miei tempi” e poi rivedendolo in un filmato d’epoca vi siete accorti che gli edifici e le strade erano in condizioni diverse da come li ricordavate?. Ci avete fatto caso? Si cristallizza un’immagine nella nostra mente, quella più attuale, e ricordare un luogo com’era, con precisione, solo lo scorso anno, non è affatto facile.

Se io vi chiedessi cos’ha di diverso viale Martiri della Benedicta oggi rispetto a dieci anni fa, forse solo alcuni di voi risponderebbero che non ci sono più i platani, che le piante che li hanno in parte sostituiti sono dei peri ornamentali e gli altri platani hanno fatto posto ad alcune porzioni di marciapiedi più larghi, rampe per portatori di handicap e parchegggi che prima non c’erano…

Viale Martiri della Benedicta nel 2010
….e oggi

Perciò, vorrei proporre un gioco al quale, spero, molti, specialmente tra i più giovani, si aggregheranno:

proviamo a confrontare con le immagini i cambiamenti, belli o brutti che siano, documentiamoli per tenere viva la memoria.. Quando notiamo, rispetto alla situazione usuale, un cambiamento importante o comunque significativo fotografiamolo. Oggi il telefonino con videocamera, in tasca lo abbiamo tutti e inviarmi le foto che ritenete significative è facilissimo, basta cliccare sul pulsante in fondo a questa pagina.

Potremmo creare, così, per Chieketé, un archivio di immagini che tornerà molto utile negli anni a venire.

Quindi, se l’idea vi piace, partecipate!

Per esempio:

Viale Martiri nel 2010: Notare i platani e il palazzetto rosa in condizioni abbastanza fatiscenti
Viale Martiri nel 2019: notare le nuove piante e il palazzatto rosa completamente ristrutturato
Via Berthoud nel 2010: notare lo stato del palazzo dei “Tre Gradini”
stessa via e stesso palazzo nel 2019
Piazza Paolo Bosio nel 2011
Piazza Paolo Bosio oggi: piante e parcheggi cambiati radicalmente.
(non cambia invece chi è abituato ad attraversare dove capita e mai sulle strisce pedonali! )
Porta Genova nel 2011
Porta genova oggi: sono spuntate le rose.
2011 chiesa dei Rossi in restauro e Palazzo degli Ammiragli
stessi edifici con restauro ultimato alla Chiesa de’ Rossi
Il Municipio nel 2010
Il Municipio nel 2019
Piazza Carducci nel 2010
Piazza Carducci oggi: Il Portamanifesti girevole è stato spostato all’interno del Parco di Villa Caffarena
sul muroesterno dell’edificio (AUSER) si noti il tabellone eleettronico con gli avvisi del Comune.
Via Berthoud, Edifici e voltone all’inizio di via Abbazia nel 2010
Via Berthoud, Edifici e voltone all’inizio di via Abbazia nel 2018

Si potrebbe andare avanti chissà quanto a fare esempi… Quest’anno, ci avete fatto caso? sono sparite due delle tre edicole che Serravalle aveva, sono stati aperti o chiusi esercizi commerciali lungo le vie… E’ stata finita la pavimentazione di via Tripoli e Piazza Risogimentoe che altro?

Benito Ciarlo

Calabrese di Montalto Uffugo (CS), dov'è nato nel 1950. Vive a Serravalle Scrivia (AL) dal 1968.