Son partiu da Seravalle

Son partiu da Seravalle

(in dialetto Genovese)
di Anonimo

Son partìu da Seravalle
fin da u Lunedì passòu
me fan mà tutte e mé spalle
dai gran legni che ho purtòu

Ne ho purtòu da curnabuggia
ne ho purtòu ‘na quantité
a l’é roba c’ha se freguggia
e n’ho posciuu fa i mé diné

Teresin-na te l’ho purtòu
l’ouxellin te l’ho purtòu
te l’ho missu in ta gaggetta
e u mignìn se l’ha mangiòu.

Traduzione

 Sono parito da Serravalle
Lunedì scorso
mi fanno male tutte le mie spalle
dai legni grandi che ho portato

Ho portato dell’origano
ne ho portato in quantità
ma è una cosa che si sbriciola
e non ho potuto fare il mio guadagno

Teresa te l’ho portato
l’uccellino te l’ho portato
lo messo per te in una gabbiettta
e il gattino se l’è mangiato.

Torna alla HOME


Benito Ciarlo

Calabrese di Montalto Uffugo (CS), dov'è nato nel 1950. Vive a Serravalle Scrivia (AL) dal 1968. Ha lavorato In Europa Metalli (ex Delta) come esperto di tutela dell'ambiente e responsabile della prevezione degli infortuni sul lavoro, svolgendo anche le mansioni di responsabile delle pubbliche relazioni. Appassionato di dialetti italiani e di Letteratura Medievale, ha svolto numerose serate di divulgazione delle opere di Dante Alighieri presso la Biblioteca Allegri. Insegna "Divina Commedia" all'Università della terza Età UNITRÈ Arquata-Grondona. Ha scritto e pubblicato Racconti e Raccolte di Poesie (in lingua e vernacolo) .