BOIOLI, Lorenzo

Lorenzo Boioli nella Sala espositiva ex Caffè Roma di Serravalle Scrivia

Pittore, Musicista, Scrittore – (Alessandria, 29 dicembre 1952).

Nato ad Alessandria nel 1952, in via Padova n° 1, nel “Canton dei Russ”, il quartiere più antico della città del Barbarossa, dopo gli studi liceali si diploma in scultura frequentando le Accademie di Belle Arti “Brera” a Milano e “Albertina” a Torino.
Consolida l’esperienza espressiva scultorea con Sandro Cherchi e inizia a dipingere grazie alla frequentazione delle modelle di Enrico Paolucci.
Si interessa di calcografia apprendendone tecniche e segreti, seguendo gli insegnamenti dei Maestri Mario Calandri e Francesco Franco. Negli anni settanta una profonda crisi espressiva lo allontana dalla produzione figurativa proiettandolo nel pensiero concettuale. Frequentando la Galleria “Sperone” a Torino viene a contatto con i maggiori esponenti dell’“Arte Povera”.
In virtù della loro conoscenza conduce una analisi letteraria riguardante il loro lavoro. La tesi “Contatto diretto”, pubblicata nel giugno del 1975, diventa testo universitario utile alla comprensione delle dinamiche espressive delle avanguardie del tardo novecento. L’interesse per la scrittura e la poesia, specie per i poeti americani della “Beat Generation” lo inducono negli stessi anni a collaborare con il mondo teatrale. Insieme a Roberto Bergaglio, compagno fin dal Liceo Artistico, realizza le scenografie de “Il Maestro e Margherita” di Michail Bulgakov con la regia di Aldo Trionfo in scena al Teatro Carignano di Torino e partecipa al recital parabolico in due tempi e quattro movimenti “Il Trasloco” al fianco di Vittorio Gassman in occasione dell’inaugurazione del ricostruito Teatro Regio di Torino.
Da sempre appassionato musicista si occupa di ricerca etnomusicale sul territorio piemontese. Negli anni ottanta insieme a Enzo Conti e Renzo Ceroni fonda il gruppo di riproposta “Tre Martelli”; contemporaneamente partecipa alla formazione “Ciapa Rusa” incidendo il primo disco “Tend da cont l’archet che la sonada l’è longa”, pietra miliare del folk revival piemontese.
Ha contribuito alla rinascita dell’oboe tradizionale delle Quattro Province e continua a svolgere attività concertistica internazionale con il gruppo “Ariondassa”.

Nel film “In cerca di guai” di Givonetti si assiste, in modo molto ironico e divertente, alla nascita del gruppo.


Nel 2011, edito dalla Biblioteca di Serravalle Scrivia, ha pubblicato il libro “Il mio tempo” e nel 2013, contenuto nelle “edizioni blu” dell’Associazione Libarna Arteventi, ha presentato il film autobiografico “Serravalle non è Parigi”.
Dopo aver svolto per tanti anni l’attività docimologica, oggi vive a Serravalle Scrivia, Paese che ama definire la propria Parigi!

Lorenzo Boioli Scrittore