FOSSATI, Luigi Giovanni Antonio

Luigi Giovanni Antonio Fossati (di Carlo Fossati e Semplicia Cappelletti / Serravalle Scrivia, 12 luglio 1907 / Reni, Russia, 15 marzo 1945).

Brigadiere dell’Arma dei Carabinieri, deceduto in prigionia durante la Campagna di Russia.

Luigi Giovanni Antonio Fossati, figlio di Carlo Fossati e di Semplicia Cappelletti, contadini, nacque il 12 luglio 1907, a Serravalle Scrivia. Durante la guerra servì come Carabiniere, con il grado di Brigadiere, in forza al XI Battaglione. I Carabinieri Reali presero parte alla Campagna di Russia con un Battaglione, una Compagnia, 45 sezioni ed 8 squadriglie, impegnati con funzioni di polizia militare e di polizia civile nelle zone occupate dalle truppe dell’Asse. Luigi Fossati venne catturato dai Sovietici, in luogo e circostanze non note. Morì in prigionia, il 15 marzo 1945, nel campo 38, a Reni, in Ucraina (Nella foto in alto, tratta dal sito www.unirr.it, colonna di prigionieri di guerra dei Russi).

Come ricostruito nella pubblicazione del Ministero della Difesa, Commissariato Generale Onoranze ai Caduti, Direzione Storico Statistica, “C.S.I.R. – A.R.M.I.R. Campi di prigionia e fosse comuni “, nel campo di Reni, allestito al confine con la Romania, lungo il Danubio, furono rinchiusi anche i militari italiani già prigionieri dei tedeschi trovati dall’Armata Rossa nel 1944 nel Lager di Bor in Serbia. Vi morirono 673 nostri soldati, tra questi Fossati ed altri 5 alessandrini (nella foto a destra, tratta dal sito www.unirr.it, il cippo commemorativo alla memoria dei caduti italiani presso il lager di Reni).

Fonti: Unione Nazionale Italiana Reduci di Russia – Reduci della Prigionia, Famiglie dei Caduti e dei Dispersi, Elenco dei Caduti e dei Dispersi; Ministero della Difesa, Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti, Banca Dati dei Caduti e Dispersi nella I e nella II guerra Mondiale; Archivio storico del Comune di Serravalle Scrivia.

Vai a CADUTI e DISPERSI in RUSSIA

Torna alla HOME