CALENDARIO DELLA SCRIVIA, 2022, Gennaio, il passero

In questa stagione il freddo  (e forse qualche abbuffata di cibo…)  ci impigrisce e ci sconsiglia le passeggiate in campagna o lungo la Scrivia. Per osservare comunque qualche animale anche in questi frangenti ci viene in soccorso il passero. Questo uccellino, ubiquo, non è infastidito o spaventato dalla presenza umana e lo si incontra con facilità. Ha dimensione di circa 160 mm ed un spiccato dimorfismo sessuale: il maschio ha il vertice del capo bruno rossiccio con guance bianche e ampia macchia nera sulla gola; la femmina – ed i giovani – hanno colorazione più tenue con gola chiara e vertice bruno tenue. Il corpo nei due sessi è marrone chiaro con screziature più chiare e più scure.

A sinistra la femmina, a destra il maschio

Questi particolari è più facile osservarli, naturalmente, con un piccolo binocolo. Adesso può capitare  di sentire provenire da una siepe una nutrita salva di “cipp cipp” : sono passeri in riunione, forse per far conoscenza di nuovi individui in vista della seguente stagione riproduttiva; capita che possano essere anche qualche decina se la siepe è grande.

Più avanti, da Aprile, la preparazione del nido è affidata al maschio che, nel periodo della riproduzione, prepara più nidi diversi dove attirare le femmine. I nidi vengono costruiti sotto tegole, in buchi negli edifici o sugli alberi e vengono imbottiti con la paglia e con le piume degli altri uccelli.

Il nostro amico passerotto si pone ben in mostra vicino al nido e sfoggia canto e prestanza fisica per conquistare le femmine di passaggio. Lo vedete anche adesso perchè non è un migratore, mangia cereali, semi, germogli, frutti e sporadicamente insetti.  

Torna a CALENDARIO DELLO SCRIVIA Torna alla HOME

Aldo Orlando

Marito di Nicoletta, insegnante di Educazione Fisica in pensione, pescatore da tutta la vita, amo l-aria aperta, i fiori, gli animali.