CALENDARIO DELLA SCRIVIA, marzo 2022, il merlo

Generalmente durante il mese di marzo questo bell’animale, dal canto caratteristico, torna ad essere visibile frequentemente un po’ in tutti gli ambienti, presso il fiume, in campagna ma anche nei centri abitati che hanno giardini.

Il merlo comune (Turdus merula) è un uccello elegante e aggraziato. Misura 24 – 27 cm in lunghezza e la sua apertura alare è di 34 – 38 cm. Come molte altre specie presenta dimorfismo sessuale. Il maschio adulto ha un piumaggio per lo più nero e lucido, il becco tende all’arancione e l’anello oculare è giallo; gli occhi sono marrone scuro e le zampe sono nerastre. La femmina adulta tende invece a un colore un po’ più bruno-rossastro, leggermente screziata con tinte più chiare sulle aree inferiori. La gola può essere più pallida rispetto a quella del maschio, separata dal viso da una indistinta striscia marrone-malva; il becco è marrone con la base gialla, mentre occhi e zampe sono marrone scuro.
Il piumaggio degli esemplari giovani è di colore bruno scuro con striature color cuoio sulle aree superiori, anche le aree inferiori sono leggermente screziate; il becco è marrone. I maschi giovani fino a un anno di età mantengono le penne remiganti marroni, mentre il becco scuro diventa giallo.
Il merlo è monogamo per tutta la sua vita; in genere inizia ad accoppiarsi a un anno di età. La colorazione del becco del merlo maschio è una qualità usata per attrarre le femmine, che sono in genere maggiormente attratte dai becchi più arancio poiché suggeriscono che il maschio ha buone capacità di foraggiamento, molto utili nel provvedere ai piccoli.
Una volta che un merlo maschio ha reclamato un territorio, lo difenderà dai concorrenti correndo a testa bassa direttamente contro tutti gli uccelli che tentano di entrarvi. Anche le femmine possono diventare difensive e competitive in modi simili durante la ricerca di siti in cui nidificare.
I nidi dei merli si trovano a circa 1 – 3 metri di altezza, sia in alberi che cespugli. Sono costruiti principalmente dalla femmina.

Merlo maschio

In autunno ed inverno il merlo è prevalentemente frugivoro e si alimenta con le bacche di numerose piante (sambuco, biancospino, rosa canina,ligustro, viburno, tasso ecc…) ed effettua accurate spigolature nei frutteti e nei vigneti.
Durante la primavera e l’estate la dieta è costituita da larve sotterranee, vermi e da numerosi piccoli invertebrati tra i quali artropodi, ragni, molluschi ed insetti (coleotteri, imenotteri e bruchi) e da grandi quantità di ciliege, albicocche, fichi, uva, mele, pere, fragole, mirtilli, ribes.

Merlo femmina
Torna a CALENDARIO DELLA SCRIVIA

Torna alla HOME

Aldo Orlando

Marito di Nicoletta, insegnante di Educazione Fisica in pensione, pescatore da tutta la vita, amo l-aria aperta, i fiori, gli animali.