Le antiche contrade di Serravalle

Serravalle, un tempo, era compresa fa Porta Milano (Porta Milàn, situata all’incrocio tra via Berthoud e viale Stazione) e Porta Genova (porta ‘d Zena, al termine di via Berthoud e presso l’odierna piazza XXVI aprile). Attraverso la Porta del Ponte (Porta deè Pòunte vicinissima alla kuntrò ‘d Andriòtu e a Madunèta) si accedeva nell’ oltre Scrivia, verso Stazzano e Vignole,  ove vi era un agglomerato di abitazioni chiamato U Làstrigu (Lastrico, cioè via Pietro Forni).

Porte e Kuntrò ‘d Seravale

Come insegna il vocabolario della Lingua Serravallese di Roberto Allegri, il termine kuntrò (contrada) identifica una delle vie dell’abitato.
I nomi delle contrade di Serravalle derivano, tradizionalmente, dalla loro posizione reciproca (prossima al Monte del Castello è la Contrada di Sopra, kuntrò ‘d Sùa, oggi Via Tripoli – La via principale che tagliava in due tutto l’antico centro abitato è detta Contrada Maestra, kuntrò Màistra,oggi via Berthoud – parallela a questa ma verso la Scrivia si trova la Contrada di Sotto, kuntrò ‘d Sùta, oggi Via Roma ), o, ancora, il nome è riferito a chi abita o abitava nella strada (kuntrò ‘d Andriòtukuntrò ‘d Stevàciu) e, infine, come spesso avviene, alle paure che incuteva un determinato posto (Vico Figini, ossia contrada del Diavolo,  kuntrò du Diòvu). Quella che oggi chiamiamo via Palestro è la kuntrò Recuperi, mentre la via Romana, forse in ricordo di una frequente attività, è detta a kuntrò ‘d a Fainò.   

   

Kuntrò ‘d Sua (Via Tripoli)
Kuntrò Màistra (Via Berthoud)

Kuntrò Màistra (Via Berthoud)
Kuntrò ‘d Suta (Via Roma)
kuntrò ‘d Andriòttu (Via Palestro)
Kuntrò Recuperi (Via Palestro)
Torna alla HOME

Benito Ciarlo

Calabrese di Montalto Uffugo (CS), dov'è nato nel 1950. Vive a Serravalle Scrivia (AL) dal 1968. Ha lavorato In Europa Metalli (ex Delta) come esperto di tutela dell'ambiente e responsabile della prevezione degli infortuni sul lavoro, svolgendo anche le mansioni di responsabile delle pubbliche relazioni. Appassionato di dialetti italiani e di Letteratura Medievale, ha svolto numerose serate di divulgazione delle opere di Dante Alighieri presso la Biblioteca Allegri. Insegna "Divina Commedia" all'Università della terza Età UNITRÈ Arquata-Grondona. Ha scritto e pubblicato Racconti e Raccolte di Poesie (in lingua e vernacolo) .