Il Centro Pastorale Maria Regina

Il Centro Pastorale Maria Regina, in localitá Ca’ del Sole fu fortemente voluto dal compianto Monsignor Emilio Bovone che ne avviò la costruzione e che, purtroppo, venne a mancare poco prima che l’opera fosse terminata. Il Centro fu completato dal successore, don Giuseppe Bruniera, e aperto al culto e alle varie attivitá dai nuovi parroci don Francesco Larocca, don Luca Gatti e don Nicola Ferretti.

Santa Messa in suffragio di Don Emilio – Parrocchia di Serravalle ...
Mons. Emilio Bovone
assemblea

Relazione Di Monsignor Bovone all’assemblea parrocchiale

Il modellino tridimensionale del progetto

Risale all’ormai lontano 1988 la firma del compromesso di vendita col quale il compianto Arciprete D. Teresio Angeleri si impegnava all’acquisto di un’ampia superficie di terreno, 10.000 m2, in via Monterotondo, al fine di edificare un centro parrocchiale multifunzionale a servizio della popolazione residente in Ca’ del Sole e località limitrofe. Le ragioni che avevano determinato quella scelta non sono venute meno nel tempo, si sono, anzi, rafforzate a motivo di un successivo incremento urbanistico che è destinato a continuare e
all’inserimento di complessi commerciali in grado di calamitare
quotidianamente un numero di persone che ha dell’ impressionante.
A distanza di dieci anni e precisamente sul finire del 1998, dopo
aver valutato molte richieste e superato non poche perplessità, con
l’approvazione del Vescovo, si dava inizio alla progettazione del
nuovo Centro Pastorale.
Incaricati del progetto furono P.Costantino Ruggeri e l’Architetto
Luigi Leoni, professionisti di chiara fama nella costruzione e
nell’arredo di centri religiosi.
In possesso del progetto – di un bel progetto! – veniva iniziata la
pratica per ottenere da Roma, dall’Ufficio Nuove Chiese della
Conferenza Episcopale, non solo la prescritta approvazione, ma,
condizione fondamentale, anche l’ammissione ai relativi finanziamenti.
Il lungo e laborioso iter burocratico si concludeva a Roma
nell’estate del 2004. Nello stesso anno la Diocesi di Tortona, nella
persona di S.E. il Vescovo, si impegnava a sua volta per un notevole contributo alla realizzazione dell’opera.
A livello di progettazione tutto si concludeva nei primi mesi di
quest’anno con la firma del contratto con le imprese e lo svolgimento degli ultimi adempimenti di legge.
Il completamento dell’opera è programmato per i primi mesi
dell’anno 2007.
Il nuovo centro pastorale ha certamente lo scopo di rendere più
agevole l’accesso alla chiesa per le famiglie del luogo, ma la
grandiosità del complesso trova fondata e ragionevole giustificazione nell’opportunità che quegli ampi spazi potranno offrire
all’intera popolazione della parrocchia, con particolare attenzione
al variegato mondo giovanile.
Nessun timore per l’efficienza e la centralità della nostra Collegiata: rimane e continuerà a rimanere non solo la chiesa madre,
ma il luogo principale delle celebrazioni liturgiche e delle ricorrenze festive: con l’altro polo della parrocchia una compresenza
armonica per il bene di tutti i fedeli.

Il glorioso “campetto”, luogo privilegiato di incontro tra giovani e
di appassionate gare sportive, mostra i segni del tempo e non è più
in grado di rispondere alle esigenze per le quali era nato.
Anche gli ambienti riservati al catechismo, pur sufficienti e dignitosi, non sono certamente il meglio che oggi – e soprattutto domani – possiamo offrire ai nostri bambini e ragazzi.
Infine la cronica carenza di locali di aggregazione per famiglie,
spinge a trovare soluzioni più adeguate.Queste in sintesi, le ragioni per le quali la Parrocchia – pur tra perplessità inquietanti e continui interrogativi, ha ritenuto di non poter mancare a un appuntamento che non è esagerato definire storico, di cui oggi sentiamo il peso e che, in prospettiva futura possiamo chiamare provvidenziale.

28 Aprile 2005 Relazione Di Monsignor Bovone all’assemblea parrocchiale

Posa della prima pietraCronaca dei lavori – Benedizione delle Campane. Dedicazione della Chiesa a Maria Regina -Apertura – Attività

Torna alla HOME

Benito Ciarlo

Calabrese di Montalto Uffugo (CS), dov'è nato nel 1950. Vive a Serravalle Scrivia (AL) dal 1968. Ha lavorato In Europa Metalli (ex Delta) come esperto di tutela dell'ambiente e responsabile della prevezione degli infortuni sul lavoro, svolgendo anche le mansioni di responsabile delle pubbliche relazioni. Appassionato di dialetti italiani e di Letteratura Medievale, ha svolto numerose serate di divulgazione delle opere di Dante Alighieri presso la Biblioteca Allegri. Insegna "Divina Commedia" all'Università della terza Età UNITRÈ Arquata-Grondona. Ha scritto e pubblicato Racconti e Raccolte di Poesie (in lingua e vernacolo) .