La Scrivia

Affluente di destra del Pò, nasce come Torrente Laccio dalle pendici del Monte Prelà, nel Comune di Torriglia (Provincia di Genova), si arricchisce d’acqua dalla confluenza del Torrente Pentemina, prendendo il nome di Scrivia, nel territorio del Comune di Montoggio e, inizialmente, ha un decorso da est verso ovest, ricevendo piccoli affluenti (Laitona, Brevenna e Camiasca) poi piega quasi di novanta gradi, a destra, verso Nord, nel territorio del Comune di Busalla dove riceve il Seminella e il Busalletta. All’altezza di Borgo Fornari riceve da sinistra il torrente Traversa e da destra il torrente San Rocco proseguendo poi la sua corsa incassato in una profonda forra. Ad Isola del Cantone riceve da destra il Vobbia e da sinistra il Borlasca, poi si infila nella gola di Pietrabissara per poi entrare in Piemonte. Prima di Arquata riceve da destra lo Spinti e nel territorio di Libarna, sempre da destra accoglie il Borbera. L’ultima strettoia la bagna nel nostro Comune per poi proseguire verso la Pianura Padana. Sempre da destra riceve il Castellania, l’IOssona e infine il Grue. Sfocia nel Po’ in Lombardia.

Gli storici non concordano sul suo nome in epoca Romana, discutendo fra Iria e Olubria.

La Scrivia a Serravalle

Scriviòun; una tragedia del 1826,

Skrivióun (Scriviòun),

I pèsi de Scrivia,

Il buon fiume

Le viste suggestive sul fiume

Il torrente Scrivia

L’ambiente dello Scrivia a Serravalle – come era e come è oggi

Torna alla HOME

Riccardo Lera

"Io nella vita ho fatto tutto, o meglio un poco di tutto" (Uomo e galantuomo di Eduardo De Filippo) Pediatra, scrittore per diletto, dal 2002 al 2012 assessore alla cultura di Serravalle Scrivia; ex scadente giocatore, poi allenatore e ora presidente del Basket Club Serravalle.